Ultime Notizie
Il Sindacato dei Cittadini C.S.T. Modena e Reggio Emilia

Obbligo vaccinale per il personale della Scuola

Data di pubblicazione: 21/07/2021 12:00

OBBLIGO VACCINALE PER IL PERSONALE DELLA SCUOLA

Il segretario della CST UIL MODENA E REGGIO EMILIA interviene su diversi temi all’ordine del giorno e in particolare sul tema del Green Pass e la vaccinazione del personale della scuola in vista della riapertura in presenza del prossimo anno scolastico

Rispetto e riconoscenza per i docenti. Non si può colpevolizzare il personale su situazioni di carattere generale. Solo una norma chiara può definire regole e obblighi”.

Premesso che dai dati risulta che oltre l’85%  del personale docente e non docente sia stato vaccinato è necessario in vista della prossima riapertura mettere in campo un piano straordinario di intervento. Le problematiche più grosse derivano dal fatto che gran parte degli studenti non saranno vaccinati. Inoltre a una parte del personale precario è stata interrotta la somministrazione.

Poco è stato fatto in termini strutturali, di tracciamento e sanificazione dell’aria negli ambienti scolastici. Nulla sui trasporti.

L’unica strategia rimasta è completare il più possibile la vaccinazione di massa. Lasciare la lotta alla pandemia ad una sola misura, rappresenta un limite che poteva e doveva avere, invece, più punti di attacco.

È risaputo anche che alcune casistiche di natura medica impediscono al singolo di vaccinarsi. Questi lavoratori devono essere tutelati.

Sulla vaccinazione obbligatoria per i docenti deve farsene carico la politica, assumendone anche le responsabilità. Serve una legge che assegni un obbligo giuridico e non quello morale e civico che attiene alle libertà individuali. Non si può colpevolizzare il personale su situazioni di carattere generale. Solo una norma chiara può definire regole e obblighi, senza trincerarsi dietro alla burocrazia o prestando il fianco a veri e propri abusi.

I docenti non hanno bisogno di lezioni di civismo, ma di rispetto e anche di riconoscenza per il lavoro che su questo piano svolgono con il massimo della coerenza di una categoria a torto colpevolizzata per tutto ciò che non funziona e che trova nella scuola e nel suo personale un facile bersaglio. Tutto ciò in considerazione dei grandi sacrifici fatti negli ultimi 2 anni scolastici con la DAD, la DAD e la presenza, la rotazione delle classi.

LUIGI TOLLARI                 

SEGRETARIO GENERALE CST UIL MODENA E REGGIO EMILIA